Wellness Center

L’investimento riguarda la realizzazione di un Centro Benessere che, sul modello di una Bio Spa & Natura, fonde il resort con la beauty farm.

I trattamenti viso e corpo, improntati ai principi dell’estetica naturale, utilizzeranno una linea di prodotti cosmetici, ricchi di principi attivi naturali, prodotti a base di olio di oliva, latte d’asina e miele, vino e uva rossa, …; prodotti eco-friendly per garantire trattamenti e applicazioni il più possibile naturali e funzionali insieme al benessere emotivo, emozionale, psicologico e al benessere del corpo.

 

Un Centro Ricerca è il tratto caratterizzante dell’infrastruttura proposta: garantirà una costante attività di ricerca di prodotti e metodologie per la cura del corpo, individuando principi attivi innovativi ed alcuni ricavati direttamente dalle piante officinali presenti nella zona, e dai prodotti locali, sviluppando il settore della Dermocosmesi e della Nutraceutica.

Il trasferimento dell’innovazione sperimentata avverrà attraverso un modello d’interazione evoluto, basato su un approccio esperienziale e che consentirà agli utenti della Beauty Farm di testare direttamente i prodotti e i trattamenti innovativi messi a punto dal Centro di Ricerca.

 

I laboratori di ricerca e sviluppo andranno a strutturare un polo scientifico-tecnologico, luogo di eccellenza e vetrina mondiale delle innovazioni nel settore; saranno “laboratori aperti”, spazio di comunicazione, di formazione per il trasferimento di know-how, l’occasione di osservare da vicino i meccanismi della creazione scientifica, le sue continue sperimentazioni ed evoluzioni nel settore del benessere, e di testare direttamente i risultati delle ricerche, le linee di prodotto, gli impianti pilota sperimentati. Questi saranno, infatti, fruibili all’interno della cittadella, così che si possa procedere alla divulgazione di prodotti e nanotecnologie secondo un approccio esperienziale, abbinato a learning session e educational e commercial tour per gli stakeholder.

Sullo sfondo di questi laboratorio-fiction, “vetrine”, interfacce comunicanti e interattive, emerge la nuova prospetti­va dell’azienda cognitiva, che non ha più come principale obiettivo la produzione delle merci, ma “la condivisione delle conoscenze, la cir­colazione delle informazioni, la gestione delle emozioni”. In questo contesto la narrazione si propone – insieme – come modalità di cono­scenza e come modalità di comunicazione.

I laboratori aperti sperimenteranno un modello di “Open Innovation” che coinvolgerà le imprese agricole e di trasformazione, della Produzione Farmaceutica e Cosmetica, della Ricerca e dell’Alta formazione nella fase di divulgazione scientifica, con forte impatto per lo sviluppo della economia della conoscenza nel territorio, proprio in quanto la nuova sintesi cognitiva e produttiva è la soluzione capace di creare nuove opportunità di business e offrire ai propri interlocutori non soltanto beni o servizi, ma anche esperienze, ricche di sollecitazioni sensoriali.

 

Il Centro darà vita ad una scuola, un centro di divulgazione, un polo di diffusione delle acquisizioni scientifiche e tecnologiche, un mediatore culturale di competenze che interverrà sulla qualificazione di profili strategici nel settore del benessere, promotore dello sviluppo del capitale umano locale.

Il Centro di divulgazione sarà un centro di informazione e formazione permanente per tecnici, professionisti, imprenditori, favorendo la collaborazione scientifica, il trasferimento tecnologico, la formazione superiore per gli operatori del benessere.